Disclaimer: questo è un sito per ridere della teoria delle scie chimiche e dei suoi sostenitori. Per debunker avanzati ma non solo. Chi volesse approfondire seriamente l'argomento specifico faccia riferimento alla sezione "Blog/siti di debunking sulle scie chimiche"

giovedì 6 novembre 2008

Rosario e l'umidita' relativa

-

Ok, io non sono un meteorologo, ma due nozioni di Fisica dell'atmosfera le ho sia dal Liceo scientifico che dal primo anno di Geologia.

Il comandante no, a quanto pare.

Leggiamo:

Scie chimiche: un disinformatore involontariamente confuta la teoria delle scie persistenti

[omissis]

"Se si considerano le nostre latitudini, infatti, la concentrazione di acqua nell'aria (la cosiddetta umidità specifica, misurata in grammi d'acqua per kg d'aria) è compresa tra i 10 e 20 g/kg vicino al suolo, è circa 1g/kg a circa 4000 metri d'altezza e si riduce fino a 0.1÷0.2g/kg a circa 9000 m. Se anche il composto X potesse catturare tutta l'acqua disponibile alle quote in cui viene rilasciato, dunque, esso andrebbe a catturare una frazione dell'acqua atmosferica molto modesta (a 3÷4000 m) o addirittura irrilevante (a 7÷8000 m), senza produrre effetti sulla gran massa d'acqua che normalmente precipita al suolo".


In definitiva il Dottor Delitala contraddice sé stesso e, nel contempo, smentisce in toto la teoria secondo cui le scie di condensa (comprese quelle di tipo persitente) sono una costante. Se egli, infatti, per provare a negare la realtà delle irrorazioni clandestine, afferma che l'umidità a quote elevate è irrilevante, com'è possibile conciliare queste sue affermazioni con la patetica tesi della persistenza di contrails, composte da solo vapore acqueo? La stessa N.A.S.A., fonte ritenuta attendibile dagli assertori della teoria delle scie di condensa, dichiara che affinché si raggiungano le condizioni per la persistenza di una contrail, è necessario che si verifichino condizioni di sovrassaturazione rispetto al ghiaccio di molto superiori al 100% se non prossime al 150%! Com'è possibile allora, Dottor Delitala, conciliare questi dati concreti non solo con la formazione di qualsivoglia tipo di scia di condensa, ma addirittura con la sua persitenza per ore e con la sua espasione? E come è possibile che si verifichino le condizioni per la formazione nonché la persistenza ed espansione di scie di condensa nelle giornate di bel tempo, laddove la pressione è ovviamente elevata e l'umidità è già irrilevante a bassa quota? Paolo Attivissimo è un disinformatore.
[omissis]
(http://www.tankerenemy.com/2008/11/scie-chimiche-un-disinformatore.html)

Qualcuno per favore puo' spiegare in termini semplici, terra terra, quelli che si usano con i bambini dell'asilo, la nozione di UMIDITA' RELATIVA al comandante?

Vi prego!!!

Saluti
Hanmar

100 commenti:

ShadowRider ha detto...

Guarda, perfino Wikipedia Italiana ha capito la differenza...ma purtroppo Comandante e Professore, messi insieme, non ci arrivano. Il fatto che una grandezza sia espressa in percentuale e l'altra in grammi/m^3 dovrebbe metterli sull'avviso, ma niente. Io mi rifiuto di tentare, anche perchè in questi giorni sto avendo un rifiuto per la stupidità che costantemente dimostrano, non riesco nemmeno a leggere il loro blog senza arrabbiarmi...a volte mi capita, purtroppo...

Hanmar ha detto...

Io trovo la lettura dei loro deliri un momento topico per rinfrancarmi lo spirito :D

Ossignur, sto cominciando a scrivere cone O'professore!!! O_O

Saluti
Hanmar

markogts ha detto...

Però, mica scherzi, si tratta di contraddictio in adiecto

angel ha detto...

loro saranno stupidi e non solo,ma chi abbocca alle loro affermazioni,si congratula e li segue,lo è molto di più e ciò dovrebbe essere di consolazione.
che strano sparano a zero sulle istituzioni,tutte,ma li lasciano dire.....

BigRedCat ha detto...

San Remo Martire!!

Adesso mi spiego perchè Straker è notato vagare con maschera e bombole un giorno in cui l'HR era vicina al 100%

kassovitz ha detto...

Sull'argomento umidità assoluta e relativa stendiamo un velo pietoso...
Ora, non perchè ci godrei a fare la spia, ma non si potrebbe far tenere presente ai vari Delitala, Guidi, Giuliacci (ma la lista sarebbe quasi infinita) delle continue diffamazioni cui sono soggetti quotidianamente dalla cricca di Rosarino? Oramai, parafrasando la loro tipica fraseologia, il limite è colmo:-)

brain_use ha detto...

@hanmar:

Per scrivere come O'professore devi utilizzare almento un termine desueto ogni quattro e un aforisma o una citazione latina ogni tre periodi.

Sei lontano.

Non ti preoccupare. ;-)

Hanmar ha detto...

@ Marko:
io pensavo fosse eiaculatio in ore... :P :P :P

Saluti
Hanmar

gg ha detto...

Guardate, io in fisica sono sempre stato una frana, nonostante tutto mi sembra di aver capito il problema del comandante.
Lui crede di saper tutto e quello che non sa pensa di poterlo imparare da INTERNET, non da libri.
E se anche prova a "studiare" sui libri il risultato è scontato.
Per poter studiare serve anche una buona dose di modestia.

L'umidità relativa è un concetto non immediato per chi non ha mai letto un testo di fisica, questo lo posso capire.
Ma su wikipedia (prendete tutto con le pinze da wiki!!!) in certo qual modo si capisce qualche cosa.
L'umidità relativa ha uno stretto legame tra la quantità di acqua sotto forma di vapore, l'aria e la loro temperatura.
E qui salta fuori il concetto di saturazione dell'aria.
L'aria ad alta quota (7, 8000m) può saturarsi pur avendo quantitativi di VAPORE ACQUEO ridotte, questo per via della temperatura (e della pressione?ditemi se sbaglio).
Mentre la saturazione delle mie palle può avvenire anche s.l.m. e questo è dovuto a gente ignorante su specifici argomenti.
E la cosa che più mi fa incazzare è che se per caso, e sottolineo per caso, Strakkino si accorgesse di aver scritto una cazzata, lui non direbbe che si è sbagliato ma che lo ha fatto apposta per dimostrare che reagivamo in concerto, come un'organizzazione.
Si, siamo un'organizzazione, di gente normale.

BigRedCat ha detto...

kassovitz ha detto...
Sull'argomento umidità assoluta e relativa stendiamo un velo pietoso...
Ora, non perchè ci godrei a fare la spia, ma non si potrebbe far tenere presente ai vari Delitala, Guidi, Giuliacci (ma la lista sarebbe quasi infinita) delle continue diffamazioni cui sono soggetti quotidianamente dalla cricca di Rosarino? Oramai, parafrasando la loro tipica fraseologia, il limite è colmo:-)


Guarda. Una delle più grosse soddisfazioni da "debunker" è stata la memorabile cacciata dal forum di meteo.it di un tirapiedi di straker sotto mentite spoglie. Faceva il dubbioso ed invece era un suo amicone che ne linkava tutti i post sul suo sito ufologico. Compreso quello che diffamava il mite Mario che infatti ha partecipato anche a quella discussione (non più visibile)
Il complottista banfone è stato congedato in un esilarante cascata di vaffancumulo..

BigRedCat ha detto...

Straker ha detto...
Ho apportato alcune precisazioni al testo, onde evitare le solite speculazioni dei disinformatori. Forse non ero stato abbastanza chiaro. Mi sembrava palese che valori di umidità specifica estremamente bassi non corrispondono mai a valori di umidità relativa elevatissima.

06 novembre, 2008 11:25


scie-nziato ha detto...
Hai detto l'ennesima stronzata,
l'umidata relativa a 10000mt può essere benissimo il 100% anche se quella specifica ha valori centinaia di volte inferiore a quella del suolo.

studia

ciao

06 novembre, 2008 11:29


Straker ha detto...
Non dire cazzate!

06 novembre, 2008 11:30

Ecco. Problema risolto con la consueta abile speculazione dialettica.

Riccardo ha detto...

Come ho detto dall'altra parte, qualunque cosa dica straccher è per definizione falsa.
Questa non fa eccezione.
Io però consiglierei, mattina e sera, due cucchiai di questo.

S ha detto...

O' comandante viene dalla scuola di Mazzucco.

Se Mazzucco riesce a sciogliere 66 chili di uranio in un litro d'acqua (http://complottismo.blogspot.com/2008/08/il-peso-massimo.html) il comandante puo' arrivare tranquillamente al 150% di umidita' relativa e anche oltre.

Mettendoli assieme riescono a sciogliere 99 kg di uranio in un litro di acqua umida al 150%.

Se non gli danno un Nobel c'e' da arrabbiarsi...

BigRedCat ha detto...

Tonnoriomare ha detto...
Qualcuno è così gentile di spiegarmi la differenza tra l'umidità relativa e quella assoluta e perchè i disinformatori sono così agitati?Hanno capito di aver detto qualche cosa di troppo?
Grazie a te Straker, che riesci a scovare gli errori dei disinformatori!
Ora torno a lavorare con il pensiero che qualcuno (tu e tuo fratello) ci vuole bene.

Caro Tonnoriomare. Se uno ti vuole bene non ti racconta fesserie.
Se invece tu vuoi bene a te stesso, vai su wikipedia o dove vuoi a cercarti la definizione fisica di umidità e trarrai da solo le tue conclusioni. Soprattutto sulla preparazione ed onestà intellettuale di Straker.

Alessandro ha detto...

Odio sono andato al link di Perle Complottiste... Ma quella dell'uranio nell'acqua è una cosa al di là delle barriere del ridicolo!!

Ma adesso scusate che devo mescolare i dodici chili di zucchero nella mia tazza di tè. Mi piace dolce.

Hanmar ha detto...

Ossignur...

Guardate la foto del sottoscritto postata sul blog complottisti.blogspot.com, sempre del comandante.

FOTO

Non ho parole :D

Saluti
Hanmar

markogts ha detto...

Tonnoriomare,

9,5 g/kg di umidità sono tanti o sono pochi? Ecco, questa è l'umidità specifica. La risposta "tanti o pochi" non ha senso se non si specifica la temperatura e la pressione. 9,5 g/kg corrispondono al 65% di umidità relativa a 20°C e pressione atmosferica. Cosa vuol dire "65%"? Che al massimo, l'aria in quelle condizioni può contenere 14,7g/kg di umidità, di cui 9,5 rappresenta appunto il 65%.

E a 10000 metri a -50°C? Bene, in quelle condizioni l'aria può contenere molta meno acqua, al massimo 0,12 g/kg, il che significa che 9,5 g/kg corrisponderebbero ad un'umidità relativa del 7900%, cosa chiaramente impossibile.

Era proprio questo che sosteneva Delitala: l'aria fredda non riesce a contenere tanta umidità. E anzi il fatto che le scie si formino ad alta quota è proprio conseguenza di ciò: se l'aria è calda, l'umidità dai motori viene assorbita, invece se l'aria è fredda, basta poco e l'umidità coagula in goccioline (ghiacciate), che diventa visibile come "scia".

Straker ha dimostrato, caro Tonno, ancora una volta di non capire NULLA di fisica dell'atmosfera, scienza dove invece un sedicente "esperto" di scie aeronautiche dovrebbe eccellere.

markogts ha detto...

@ gg: vista la curiosità, ti dico che la pressione incide eccome sull'u.r., ma in maniera alquanto paradossale, a mio avviso: se AUMENTA la pressione AUMENTA l'umidità relativa (e CALA l'umidità di saturazione). Infatti negli impianti ad aria compressa si forma un sacco di condensa, e l'aria compressa, una volta utilizzata a bassa pressione, è estremamente secca.

Ti puoi spiegare il fenomeno con la legge delle pressioni parziali di Dalton: la p-parz-H20 è solo funzione della temperatura, se aumenti la pressione totale, la frazione di pressione parziale dell'H20 calerà, perché resta costante in valore assoluto; quindi in proporzione, la quantità di acqua deve ridursi.

Hedges ha detto...

@ Markgts

per favore puoi controllare se non ho scritto fragnacce nel post che ho appena messo sul mio blog?
http://c-format.blogspot.com
grazie se potrai, ciao a tutti

Hedges

BigRedCat ha detto...

"Si può osservare che valori bassi di umidità specifica corrispondono a valori bassi di umidità relativa e, laddove pure l'umidità relativa sale, è sempre comunque nettamente inferiori ai parametri necessari per la formazione e persistenza delle scie di condensa"

E tu saresti un ricercatore? Tu sei solo un pallonaro, amico mio.

markogts ha detto...

Ci sarebbe poi da discettare sul problema dell'umidità relativa a temperature inferiori allo zero: come si fa a fare un equilibrio tra vapore e acqua se l'acqua GHIACCIA? Ma:

a) questi manco arrivano a capire le cose più semplici

b) questo NON E' un blog serio, come specificato nel disclaimer. Per le cose serie, direi di usare l'apposito forum di focus.

Luciano ha detto...

Entrando nello specifico mi sento di affermare che tutto è relativo!






























Stra ....... ROTFL , ma sono veramente le comiche :-)

Riccardo ha detto...

@Luciano:

NO.
La stupidità della tesi sciachimista è assoluta.

vibravito ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
markogts ha detto...

Si, vero, calda, caldissima. -50°C invece di -54°C. L'aria, per essere umida, deve essere calda e raffreddarsi. Presente il foehn (sia come vento che come asciugacapelli)? Aria fredda che si riscalda=> secca. Aria calda (che da sud sale verso nord) => umida.

Scirocco=>umido
Bora=> secco

Dai, continua a vibrare che mi fai godere.

markogts ha detto...

edit:

Aria calda (che da sud sale verso nord) che si raffredda => umida.

ShadowRider ha detto...

@VibraVito: Anzitutto, posso chiamarLa VibraVito, vero? Non vorrei mai chiamarLa in un modo che a Lei non piaccia...
Secondo punto: cosa pensa del fatto che il sig. R. Marcianò, meglio noto come Straker, sia stato più volte colto a falsificare le prove delle proprie affermazioni?
Terzo punto: Riguardo alla supposta 'contraddizione' tra le affermazioni di markogts e Guido Guidi (o tra Delitala e lo stesso Guidi, come Lei preferisce...), io non sono meteorologo (e quindi quanto segue ha valore qualitativo, non quantitativo, e anzi se qualcuno più esperto di me vuol correggere i miei errori ben venga...), tuttavia le faccio osservare che a mio parere, in base alle mie modeste conoscenze nel campo, la contraddizione non esiste. Lei è consapevole, ovviamente, di come la temperatura diminuisca all'aumentare della quota, a meno di anomalie atmosferiche. Lei è pertanto consapevole del fatto che, tanto per rifarmi ai dati postati sul suo blog dal summenzionato Marcianò, a una temperatura di 10°C circa a terra, corrisponde una temperatura di circa -50°C a 10000 metri. Ora, ipotizzando che questo (-50°C sia il valore 'normale', se in una data giornata io riscontrassi una T di -45°C, troverei che l'aria in quota è più calda del normale. Un meteorologo probabilmente mi parlerebbe di un fronte caldo in arrivo. Se però io, da ingegnere aeronautico, stessi valutando ad esempio il rischio di formazione di ghiaccio sulle ali, -45°C o -50°C mi cambierebbero ben poco: sarei comunque a rischio ghiaccio. La presunta contraddizione quindi non esiste: Delitala parla delle condizioni per la formazione di contrail, e giustamente dice che esse si formano prevalentemente in quota alla presenza di aria fredda (perchè -45°C o -50°C sono comunque aria fredda...). Guidi, da meteorologo, mi dice che l'elevata umidità relativa! (altra condizione necessaria per la formazione di contrail) si accompagna in genere a flussi di aria relativamente più calda (ad es. -45°C invece di -50°C). Nessuna contraddizione, dunque, caro il mio civilissimo sig. Vibravito...

ShadowRider ha detto...

@markogts: non mi ero accorto che avevi risposto già in modo molto più sintetico di me. Scusa la ripetizione...;-)

markogts ha detto...

Vibra, è più secca l'aria del Sahara o del polo nord?

markogts ha detto...

@ Shadow: si vede che siamo stati addestrati alla stessa maniera all'isola di Man ;-)

Hanmar ha detto...

Spiacente, Vibra (posso chiamarti vibra, vero?).

Se e quando abiliterai i commenti sul TUO blog potrai permetterti di postare sul MIO.
E qui chiunque e' testimone che il posting e' libero.
Persino il comandante in persona ha postato e nulla e' mai stato cancellato.

Ma TU no, non puoi per i motivi di cui sopra.

Saluti
Hanmar

mastrocigliegia ha detto...

@ gg: vista la curiosità, ti dico che la pressione incide eccome sull'u.r., ma in maniera alquanto paradossale, a mio avviso: se AUMENTA la pressione AUMENTA l'umidità relativa (e CALA l'umidità di saturazione). Infatti negli impianti ad aria compressa si forma un sacco di condensa, e l'aria compressa, una volta utilizzata a bassa pressione, è estremamente secca.

Scusa, Mark, ma fai un po' conusione.
Prendi esempio da me che la confusione la faccio completamente.

L'umidità relativa NON dipende dalla pressione totale, ma solo dalla temperatura.
La quantità totale in aria, ovviamente oltre che dalla temperatura dipende anche dal volume che consideriamo.

Immaginiamo un recipiente di qualsiasi volume nel quale sia fatto il vuoto, ad una certa temperatura.
Immettiamo un po' d'acqua nel recipente: questa evapora.
Continuiamo ad aggiungerne.
Ci sarà un momento in cui non evaporerà più, e ne rimarrà una quantità liquida (il discorso vale anche con il ghiaccio, ma forse è meno visualizzabile mentalmente).
Ovviamente se raddoppiasse il volume del recipiente (es. con un pistone che si muove) la quantità d'acqua che può evaporare raddoppia. Se il volume di dimezzasse, la quantità d'acqua dimezzerebbe, e quella in eccesso condenserebbe come liquido. Quella che rimane costante è la quantità/volume (densità).

In queste condizioni si dice che il volume è saturo d'acqua.
Il recipiente, a questo punto, non è più vuoto.
C'è del gas (vapore d'acqua) e quindi c'è una certa pressione.
Questa pressione dipende solo dalla temperatura, ed è (ad esempio) indicata in questa tabella nella colonna "saturated vapor pressure".
Ovviamente questa quantità d'acqua ha una sua massa, e la sua densità (massa/volume) è quella indicata nella colonna "Saturated vapor density".

Se nel recipiente aggiungiamo un altro gas che sia sostanzialmente inerte rispetto l'acqua (come l'aria) NON CAMBIA NULLA nell'acqua. La quantità rimane invariata, sia nel gas che nel poco liquido presente.
Quello che cambia è la pressione totale, che è data dalla pressione del gas aggiunto PIU' quella del vapore d'acqua presente (normalmente a T ambiente o inferiori siamo su pressioni del vapor d'acqua di poche decine di torr, mentre quella atmosferica (a livello de mare) è di circa 760. La P totale, quindi, quasi coincide con quella del gas "estraneo").

Il fenomeno, dal punto di vista microscopico, è legato a quello che si chiama "equilibrio dinamico".
Le molecole d'acqua, a qualsiasi temperatura, si agitano sia nel liquido (e pure nel solido) che nel gas.
Se ci sono poche molecole d'acqua nel gas, è più facile che una molecola si stacchi dal liquido e vada nel gas.
Se ci sono molte molecole nel gas, è più facile che dal gas si depositino molecole nel liquido.
Considerato che comunque ci sono in gioco enormi numeri di molecole, ci sarà una condizione in cui le molecole che passano dal liquido al gas sono mediamente tante quante quelle che dal gas tornano al liquido. Questa condizione è detta di equilibrio, e dipende da quanto le molecole si agitano, cioè dalla temperatura.
Più si agitano, e più ci saranno molecole nel gas.

Se la quantità immessa nel recipiente è inferiore a quella di equilibrio (cioè di saturazione) c'è "ancora spazio" nel gas, e altra acqua potrebbe passare allo stato gassoso. La percentuale di acqua che c'è nel gas rispetto a quella che potrebbe starci costituisce l'umidità relativa.

Dato che la quantità di acqua nel gas non dipende dalla pressione totale, questa non ha alcuna influenza nell'umidità relativa.
L'esempio di mark, che comprimendo l'aria si ha condensa, non deriva dal semplice aumento della pressione, ma dal fatto che si comprime aria umida. Aumenta, insieme all'aria, la quantità d'acqua nel recipiente dove si raccoglie il gas compresso. Prima o poi l'acqua può aumentare oltre i limiti della tabella sopra citata, e l'eccesso ritorna liquido. L'acqua che rimane è quella che ha la concentrazione in g/m3 indicata dalla densità (la densità è una concentrazione).
Giustamente, come fa notare, una volta eliminata la condensa e riportata la pressione totale ai valori normali, la quantità d'acqua per unità di volume diminuisce di molto, e l'aria risulta molto più secca.

Quanto detto prima, in realtà non è esatto.
La presenza di un gas estraneo qualcosa fa.
Fa cambiare la velocità con cui si raggiunge l'equilibrio, ma non la quantità d'acqua per unità di volume.
A bassa pressione questo equilibrio è raggiunto prima.

Infine tutto questo è vero solo in prima (e seconda) approssimazione.
Un gas estraneo, per quanto inerte (cioè che non reagisce con l'acqua) non sarà mai inerte abbastanza.
Un minimo di interazione c'è sempre (si chiamano forze o legami di Van der Waals) e questo fa sì che un altro gas trattiene in fase gassosa più acqua del vuoto. Ma la differenza non è sostanziale, e per pressioni come quella atmosferica o inferiori, i dati della tabella valgono entro la precisione della misura.

E scusate la serietà

mc

BigRedCat ha detto...

.. che sgrido!

:-)

Grazie MC.

markogts ha detto...

Mastrociliegia, sono d'accordo con quanto scrivi. Io la prendo dall'altro estremo. E' un fatto che se comprimo aria a:

20°C, 1 bar, 9g/kg

ho: 65% di umidità rel.

la porto a 10 bar e la raffreddo di nuovo a 20°C:

ho formazione di condensa fino ad arrivare al 100% con 1,45 g/kg.

Questo è quello che intendevo con "aumenta l'umidità relativa". L'aria compressa ha MENO capacità di trattenere vapore. Perché? Per quello che dici tu: a 20°C l'acqua ha una tensione di vapore di 0,023 bar, per Dalton la frazione molare sarà 0,023/1 (a p atm). A p=10 bar, la frazione molare sarà 0,023/10. Correggi per le masse molari, et voilà.

D'accordo?

(fonte dati: software "coolpack")

Hedges ha detto...

Confesso che sono un pò confuso.

Però straker parla di umidità specifica = grammi di acqua/kg di aria, l'umidità assoluta è invece il rapporto fra grammi di acqua/m^3 di aria(volume).

L'umidità specifica non essendo legata ai volumi dell'aria é un rapporto tra masse che la pressione non dovrebbe, in teoria, modificare:
Diminuendo la temperatura invece, diminuisce la quantità di acqua presente in un kg di aria se facciamo riferimento ad un valore di umidità relativa costante, indipendentemente dalla variazione di pressione.

Sbaglio????

Hedges Testa Fumante

markogts ha detto...

Il problema sta nella legge di dalton sulle pressioni parziali.

Prendiamo un kg di aria secca in condizioni standard, aggiungiamoci 20,36 grammi di vapore per averla al 100% di umidita relativa e 20,36 g/kg di umidità specifica (lasciamo perdere l'umidità assoluta, che mi fa venir il mal di testa).

20,36 grammi di acqua sono 1,13 moli. Un kg d'aria è pari a 34,5 moli. Il rapporto 1,13/(34,5+1,13)=0,032.

Quanto vale la tensione di vapore della sola acqua a 25°C? 0,032 bar. Nota, la pressione totale è 1 bar. Guarda caso, il rapporto fra la pressione totale e quella della sola acqua è uguale al rapporto fra le moli totali e le moli di acqua.

Se ora questa massa di aria umida la comprimi a 10 bar (a T costante), la tensione di vapore resta quella di prima, ma in rapporto alla pressione totale questa diventa più piccola: 0,0032 come rapporto. Ergo, per rispettare la legge di Dalton, c'è meno "spazio" per le molecole di acqua. (1-0,0032/0,032)*20,36=18 grammi di acqua condenseranno, e l'aria resterà satura (100%), a 10 bar, con 2,036 grammi di vapore residuo mischiato nell'aria.

Tutto questo bordello nasce dal fatto che il vapore d'acqua, come i gas atmosferici, è perfettamente miscibile con l'aria, ma a differenza dei gas, condensa a temperature "normali". Quindi, come i gas deve rispettare la legge di Dalton, ma come vapore deve anche "ricordarsi" di condensare quando la sua pressione parziale supera un certo valore.

Se vuoi, puoi pensare che durante la fase di compressione, anche il vapore d'acqua si comprima. Ma siccome lui, sopra i 0,032 bar a 25°C, condensa, man mano che la pressione totale sale, lui espelle acqua in forma liquida per restare sempre a 0,032 bar.

Hedges ha detto...

Grazie Markogts,

sono d'accordo con te su tutto, io non consideravo pressioni maggiori di 1bar, per questo avevo accantonato in un angolo della crapa il passaggio alla condensazione per effetto della pressione.

Grazie ancora della tua disponibilità.

Hedges

galileo ha detto...

Io però non capisco perchè voialtri continuiate a sottovalutare e sminuire l'opera dei ricercatori indipendenti.
Anche se davvero uno avesse sbagliato una volta a scrivere unidità relativa invece che umidità assoluta cosa cambia?
Basta alzare gli occhi al celo per capire che cè qualcosa che non funziona e che ci stanno fregando.
Che siano scie chimiche o irrorazioni non cambia nulla e voi non avete il diritto di prendervela con chi tenta di capire qualcosa come straker.
Scusate lo sfogo ma esagerate davvero siamo in democrazia e ognuno pensa come vuole.
E non potete nascondere quello che si vede con gli occhi e lo vedono tutti.....

markogts ha detto...

La scienza non ha nulla a che fare con la democrazia, non sempre la maggioranza ha ragione.

galileo ha detto...

Ma qui la questione non è la scienza. Qui la questione è che ci avvelenano tutti e basta guardare in alto e si capiscie subito.
Non la risolverete solo coi vostri paroloni perchè basta guardare su.
E non siamo ciechi nessuno, ricordatelo.
E accetta le cose con l'umiltà che si deve avere di fronte all'evidenza della verità.

underek_ ha detto...

@galileo - 1 commento

- Io però non capisco perchè voialtri continuiate a sottovalutare e sminuire l'opera dei ricercatori indipendenti...

# ci vuol coraggio a chiamare ricercatori gente che, digiuna di qualsivoglia nozione scientifica, snocciola quotidianamente caxxate infarcite di tutto fuorchè di un minimo nesso...e nonostante gli si faccia notare ciò... perseverano rincarando la castroneria, accusando a destra e a manca di essere tutti coinvolti, e dicasi tutti.

- Basta alzare gli occhi al celo per capire che cè qualcosa che non funziona e che ci stanno fregando.

# basta anche leggere le quotidiane assurdità scemochimiste per capire che c'è qualcosa che non funziona... noi tutti lo diciamo pure da un pò... ma nulla... neanche una semplice visita da uno bravo... :) cielo si scrive con la i

-Che siano scie chimiche o irrorazioni non cambia nulla e voi non avete il diritto di prendervela con chi tenta di capire qualcosa come straker.

# ecco è proprio questo il punto, non sono scie chimiche e non sono irrorazioni, (che poi son la stessa cosa, o no?) sono semplici scie di condensazione, capisci il "particolato" della discussione? Argomentando su qualcosa che non esiste, infarcito inoltre con perle di un certo spessore, uno può prendersi la libertà di farsi due risate quando ve ne è motivo (quotidianamente), che male c'è? Stiamo parlando di mere banfonate... :) credo nessuno riderebbe di argomentazioni serie, ma vedi "queste" non lo sono...

- Scusate lo sfogo ma esagerate davvero siamo in democrazia e ognuno pensa come vuole.

# vallo a dire in quei "democratici" siti/blog che applicano la censura (a priori) con chiunque nutra qualche dubbio in merito alle sacre e sciose "verità svelate" , tralasciando questo piccolo dettaglio, se ognuno come dici tu, la pensa come vuole, chi ci vieta di ridere sulle altrui frescaccie? Siamo in democrazia no?

-E non potete nascondere quello che si vede con gli occhi e lo vedono tutti.....

# perdonami ma qui ti sbagli, abbiamo dei mezzi olografici cosi potenti... meglio che stò zitto se no mi bacchettano dall'alto e mi rimandano in alaska a pulire le antenne con lo spazzolino da denti... :)

@galileo - 2 commento
- Ma qui la questione non è la scienza. Qui la questione è che ci avvelenano tutti e basta guardare in alto e si capiscie subito.

# ROTFL , (qui invece la i la devi togliere...)

- Non la risolverete solo coi vostri paroloni perchè basta guardare su. E non siamo ciechi nessuno, ricordatelo.

# bravo, allora guarda sù, chi te lo vieta?

- E accetta le cose con l'umiltà che si deve avere di fronte all'evidenza della verità.

# e che c'azzecca questo con le sciecomiche? :) :)



underek_


oscuro maestro dei particolati stronziati et verità orgoniche dell'oscurissimo comitato nazionale "Cazzar Enemy"

markogts ha detto...

Galileo, non c'è NESSUNA evidenza. TUTTE le presunte prove sono state sbugiardate, smontate, annichilite. Non c'è NULLA. Citamene una, e ti dirò dove sta l'errore. La pennina laser? La foto dell'interno di un tanker chimico? La misura trigonometrica? Il fuel dumping? l'irroratore?

Tutte, tutte, invariabilmente sbufalate come errori o, a volte, come evidente malafede.

Non esiste NULLA di anomalo. Continuano ad esserci giorni sereni, giorni velati e giorni nuvolosi come è sempre stato, (salvo i cambiamenti climatici dovuti all'effetto serra, ma su questo non mi sbilancio, meglio chiedere ad un climatologo). Non c'è una siccità maggiore o minore, non c'è niente di anomalo, salvo la fantastica variabilità di Madre Natura.

Ma chiaramente, se hai voglia di portarmi UNA SOLA prova, sarò ben lieto di analizzarla con te ed eventualmente cambiare idea se la PROVA sarà tale. Una, eh? Andiamo per gradi.

markogts ha detto...

Ah, Galileo, visto il tuo nick, rinnovo a te come a qualsiasi sciachimista l'invito a trovarci e fare qualche misura delle quote degli aerei come spiegato qui.

Se ne troviamo uno che rilascia la scia in condizioni nettamente fuori da quanto previsto da Appleman, farò ammenda di tutto quello che ho detto.

Appuntamento un qualsiasi giorno a mezzogiorno a Udine LIPQ.

galileo ha detto...

Ecco. Me lo avevano detto che badate solo agli errori di digitazione.
Ma non è che se uno scrive una cosa sbagliata diventa sbagliato anche il CONCETTO e la verità diventa fantasia.

Le prove chiedete. Ma basta alzare gli occhi!!!!!!!!!!!

E poi lo ammettete anche voi che c'è l'effetto serra e quello da dove arriva?

E il fatto che ogni volta che passano con le scie poi piove?

Ci sarà una "correlazione" (avete visto che li so scrivere anch'io i paroloni)?

E ci sono centinaia di siti web con tudi sulle malattie indotte dalle scie chimiche e le spiegazioni che date voi sono semplicistiche.

E le formule della NASA che dicono che le contrails non ci possono essere? Quelle non sono una prova?
O non credete neanche alla NASA?

Meno male che adesso c'è Obama e tutto finirà.

markogts ha detto...

Pardon, Udine LIPD (Campoformido), e ovviamente in giorni sereni.

galileo ha detto...

Ma me ne vado che ho capito che qui siete col paraocchi.

Per fortuna che ci sono ricercatori indipendenti.

galileo ha detto...

Guarda che Galileo diceva "Quello che noi ci immaginiamo bisogna che sia o una delle cose già vedute, o un composto di cose o di parti delle cose altra volta vedute."

Ha un significato.

Attila ha detto...

"Basta guardare in alto e capiscie subito"

Le scie in alto... si capi"scie" tutto...
sul pianeta terra, purtroppo, siamo vincolati alle leggi fisiche, se le suddette leggi fisiche che ci limitano sbugiardano una certa teoria fantasiosta, non credo basti guardare in alto.

Per trovare tracce di qualsiasi metallo pesante sul terreno basta rilevare a quanta distanza passa un'autostrada o una fabbrica che produce determinati elementi, non occorre scrutare cieli.

D'altro canto sono sempre più convinto che il complottismo su internet serva a tenere lontano da punti di aggregazione persone con difficoltà di socializzazione, per cui lo ritengo un bene.

Attila ha detto...

Ups... ho scritto fantasiosta... per certe teorie non ci sono parole sensate con cui aggettivarle...

Attila ha detto...

Purtroppo Galileo non è stato la "fine" della scienza, ma solo una delle prosecuzioni.
Non credo che nessuna persona sana di mente possa dire che le capacità tecnico-scientifiche della sua epoca sono uguali (non equivalenti) a quelle odierne.
I metodi di studio e gli strumenti di studio si sono evoluti, non credi?
Il sestante è più preciso del GPS?
Le imbarcazioni a vela sono più veloci di quelle a propulsione nucleare?

markogts ha detto...

Blogger galileo ha detto...

Ecco. Me lo avevano detto che badate solo agli errori di digitazione.
Ma non è che se uno scrive una cosa sbagliata diventa sbagliato anche il CONCETTO e la verità diventa fantasia.


Beh, "solo" è una parola forte, non trovi? Comqunque O'Professore è ben peggio.


Le prove chiedete. Ma basta alzare gli occhi!!!!!!!!!!!

Tipo cosi? Una giornata dal cielo blu con scie corte non persistenti. Ci sono ancora. Dunque?

E poi lo ammettete anche voi che c'è l'effetto serra e quello da dove arriva?

La tesi consolidata parla di CO2 alias anidride carbonica, con aggiunta di tracce di metano e fluorocarburi.

E il fatto che ogni volta che passano con le scie poi piove?

Se la correlazione fosse così semplice, non servirebbero i meteorologi. E' curioso notare come tu sostenga però l'esatto contrario dei bros, che invece dicono che le scie servono per NON far piovere. Decidetevi.

Ci sarà una "correlazione" (avete visto che li so scrivere anch'io i paroloni)?

Si. Si chiama fronte caldo. L'aria umida arriva per prima in alto. Le giornate serene si rovinano prima di tutto con velature ad alta quota insieme con contrail sempre più persistenti, e poi, dopo 24-48 ore, il fronte arriva anche a bassa quota, con aria calda e umida, nuvole basse. Se per sfiga c'è un fronte freddo che si scontra, piove. Mai sentito il proverbio "cielo a pecorelle, piove a catinelle"? Spiegazioni migliori qui e qui.

"Actually, weather conditions favorable for contrail formation are exactly the same as those preceding a storm front, and are the same conditions that cause natural clouds to form. Weather conditions do cause contrails, but contrails do not cause weather."

E ci sono centinaia di siti web con tudi sulle malattie indotte dalle scie chimiche e le spiegazioni che date voi sono semplicistiche.

No, semplicistiche un cazzo. Rileggiti la diatriba appena fatta sulla legge di Dalton e dimmi se è semplicistica. E per centiaia di siti che parlano a favore, ce ne sono centinaia che li smentiscono. La verità scientifica non è democratica, te lo ripeto. Stai facendo la fallacia ad popolum o ad judicium.

E le formule della NASA che dicono che le contrails non ci possono essere? Quelle non sono una prova? O non credete neanche alla NASA?

Certo che ci "crediamo" (che brutto verbo, mica è una religione), peccato che dicano che le contrails ci POSSONO essere. Come sempre, pronto ad incontrarti di persona per confrontare i dati e verificare in situ.


Meno male che adesso c'è Obama e tutto finirà.

Non sapevo che Obama avesse la capacità di cambiare le leggi della fisica.

markogts ha detto...

Blogger galileo ha detto...

Ma me ne vado che ho capito che qui siete col paraocchi.

Per fortuna che ci sono ricercatori indipendenti.


Ma perché?!? Mostrami UNA prova, UNA. Troviamoci! Perché scappi?

Attila ha detto...

Scusa Hanmar per l'intrusione sul blog, ma proprio non riuscivo a tenere sulla tastiera le confutazioni a delle teorie così "originali".

Sul "basta guardare in alto" mi è scattato qualcosa dentro.

galileo ha detto...

Solo una cosa ancora e poi me ne vado che tanto non c'è peggior sordo......

Come vi ho già scritto nel vostro secondo forum (banfer enemy), ma voi credete davvero a tutte le spiegazioni ufficiali? Anche che l'undici settembre si è schiantato un aereo al pentagono che è il posto più difeso del pianeta?

markogts ha detto...

Che palle con sto "ufficiali". Perché svincoli? Ti ho chiesto, gentilmente, UNA prova, UNA sola prova dell'esistenza non dico di scie CHIMICHE, ma almeno di scie che si formano a 2000 metri.

Ci troviamo? Vuoi? Andiamo a fare un po' di foto di aerei in volo e poi misuriamo la quota. Quando?

galileo ha detto...

"Mostrami UNA prova"

Va bene.
Le foto? Ci sono centinaia di foto di scie sul sito di straker. Tutte taroccate?
Volete che uno ci crede che straker sta lì a taroccare tutte le foto e aggiunge le scie?
Le foto valgono anche in tribunale!!!

E poi dici che l'effetto serra è per la co2 ma la co2 da dove arriva? Non sarà mescolata anche quella nelle scie?
Che oltretutto quella è trasparente e non si può fotografare e così non lascia prove?

E le formule della NASA dicono che a temperatura superiore allo 0 le contrails non si possono formare. Vuoi che te le posto? Vai sul blog di straker e le trovi?
O sbaglia anche la NASA?

E' inutile, siete sordi perchè non volete ascoltare....

galileo ha detto...

E lo sai che le scie cominciano negli anni 90? No vero? Non te l'hanno detto..... E tu hai creduto che ci fossero sempre state, magari anche ai tempi di Galileo quello vero!!!!

Poi: se un aereo sta sotto i 2000 metri non può fare scie e invece ci sono le foto anche di quelli!!!!

E anche i filmati.... come fanno a taroccare quelli? ti sembra che aggiungono le scie a un pixel per volta????

galileo ha detto...

Aspetta....... che poi ti attacchi alle parole. Io dico che le scie non c'erano prima del 1990 ma non quelle corte, quelle persistenti che poi formano nubi e nubi e poi piove!

Chiaro?

markogts ha detto...

Galileo, adesso devo uscire non ho tempo. Torna domani mattina che troverai la demolizione di tutte le tue affermazioni. Per intanto ti lascio con questa foto.

galileo ha detto...

Va bene ti aspetto però guarda che se dici che straker falsifica TUTTE le scie nelle foto dimmi perchè non deve essere falsificata solo quella lì????

Non ti sembra che è più facile taroccarne una che migliaia e migliaia????

Che poi se guardi basta alzare gli occhi e le vedi da solo.....lo so che non è scientifico ma.....

underek_ ha detto...

ditemi che qualcuno tra di voi, vecchi debunkers volponi è galileo... :) :) non ci credo, suvvia basta, chi è che si è camuffato da "consapevole"?

ROTFL :)


underek_

galileo ha detto...

Non è che mi puoi screditare solo con gli insulti, come fate sull'altro vostro forum "banfer enemy".... non ci casco!!!!

Il fatto che fino ad ora sono stato zitto non vuol dire che non ho letto e non ho capito suando gli occhi e la testa!!!!

Rispondimi alle mie prove e vediamo se sai tirare fuori qualcosa che controbatte le foto, la NASA e i filmini.

Occam ha detto...

Io dico che le scie non c'erano prima del 1990 ma non quelle corte, quelle persistenti che poi formano nubi e nubi e poi piove!

Gentile Galileo, puoi visionare su questo blog:

http://guglielmodioccam.blogspot.com/

alcuni estratti e fotografie presi dalla letteratura scientifica, che riguardano le scie di condensa; potrai vedere tu stesso che sin dalla meta' del secolo scorso era ben noto e studiato il fenomeno delle contrail, era ben noto come potessero essere persistenti, e come era ben noto che le scie potessero evolversi in cirri (ovvero, confondersi con tutte le altre nuvole "che fanno piovere"). Quindi cio' che dici e' semplicemente non vero, basta un rapido controllo su tale materiale scientifico (tutto tratto da journals peer-reviewed, spero sappia di cosa si tratta). A presto.

axlman ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
axlman ha detto...

È arrivato l'ennesimo Superman che solo guardando in alto ti sa dire le quote meglio di un radar e le composizioni chimiche meglio di uno spettrometro di massa...

Così, per sapere, qual è l'ultimo libro di fisica che hai letto e capito?

E già che ci siamo, Galileo, dove l'hai trovato scritto che Straker falsificherebbe tutte le sue immagini che riprendono scie?
Il taroccamento risiede nell'interpretazione totalmente errata che ne da: vai a due chilometri da un aeroporto e inquadra gli aerei a terra con lo zoom a palla come fa lui, e poi mi dici quanto grandi appaiono, altro che quella decina di pixel sfocati che lui spaccia per aerei a 2000 metri.

Per non parlare di quando riprende aerei che si vede chiaramente esere velati dalle nubi e lui insiste a dire che ci passano sotto e non sopra: non so se è più patetico lui a fare certe sparate o chi gli dà ragione. E in quel caso sì che basta solo guardare...

ShadowRider ha detto...

@galileo: per quel che riguarda il Pentagono, mi spiace deluderti ma non è affatto "Il posto più difeso del pianeta". Quello semmai potrebbe essere Cheyenne Mountain. E' solo la sede di un Ministero, un palazzone costruito ormai quasi 65 anni fa dove lavorano 23000 persone, in buona parte civili, e dove girano una marea di carte bollate. Sorge alla periferia di una grande città e gli passa accanto un'autostrada. Ha un aeroporto internazionale a 3 km di distanza e una delle sue piste è allineata con il Pentagono, tanto che spesso aerei di linea in atterraggio vi passano sopra a poche centinaia di metri di quota.
Non è stato progettato per essere difendibile da un attacco aereo o terrestre, e se guardi quando è stato costruito potresti anche capire perchè.
Per ulteriori dettagli (ovvero sbufalamenti delle panzane complottiste) puoi guardare il blog del gruppo undicisettembre,
http://undicisettembre.blogspot.com/

scie-nziato ha detto...

siate pazienti,i fratelloni sono riusciti a farsi regalare qualche migliaio di euri dai loro adepti per acquistare un telemetro che avrebbe risolto l'annosa questione delle quote, è stato ordinato più di un mese fa per la modica cifra di circa 4000euri. Il comandante disse che lo avrebbe ordinato in italia per evitare problemi alla dogana, forse per non danneggiarlo lo stanno trasportando a piedi, ma prima o poi arrivera o no?
Sperando che, nonostante sia stato pagato, l'ordine non sia perso nei meandri di qualche ufficio e che non vengano persi quei 4000euri, aspetto con trepidazione i risultati definitivi del telemetro che sono certo straker riporterà anche nel caso (sicuro) che non riesca a rilevare nessun aereo perchè fuori della portata dello strumento che se non ricordo male è di circa 4km.

ciao

PS
Sul forum di focus ieri sera ho cominciato a scrivere qualcosa sulle stupidate dette dal comandante in riferimento all'umidità.

galileo ha detto...

Adesso vi spiego e ci mettiamo anche qualche formula così siete più convinti....: avete letto questo articolo di uno di voi????
http://radicedimenouno.blogspot.com/2008/09/appleman-v20.html

Sembra di no.
Capisco che non è facilissimo o fate finta di non capire????
Ma vi dico solo la conclusione:
"Anche oggi niente da fare per presunte contrail a 3000 m di
altezza a quanto pare :D."

Quindi anche lui conclude che le contrails SOTTO i 3000 metri non ci possono essere....!!!

Quindi sta a voi spiegare le migliaia di foto e di filmini....
E faccio notare che non ci sono filmini di prima delgi anni 90 e le foto sono pochissime!!!

E come si fa dalle poche foto di prima degli anni 90 a sapere se sono PERSISTENTI???

E' qui che sbagliate (o fate finta di non capire).
Magari è vero che vi pagano ma io non voglio fare insinuazioni gratuite perché magari è solo che non capite la contraddizione che non ci possono essere le scie sotto i 3000 metri (e lo dice il VOSTRO articolo!!!) e però ci sono.

Ma qualcuno se ne è accorto...

galileo ha detto...

Il pentagono: ma se fose così indifeso secondo te ci farebbero passare sopra gli aerei decine di volte al giorno????

Basta usare la logica ed è chiaro che sono pronti ad abbattere chiunque "sfora" anche solo di un metro.
Se guardi "zero" che è un documentario di ricercatori indipendenti (perchè anche lì ci sono i ricercatori indipendenti per fortuna perchè senò saremmo tutti a berci le versioni ufficiali come fate voi....) capisci benissimo come funziona la difesa aerea del pentagono.

E poi ci sono i caccia.. forse non lo sai ma gli stati uniti hanno migliaia di caccia.... e neanche uno che è arrivato in tempo????

Ma dai! Basta usare la logica e non far finta di credere alle versioni ufficiali!!!!

ShadowRider ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ShadowRider ha detto...

@galileo: visto che siamo OT, se vuoi informarti meglio sulla questione Pentagono, nonchè sui grossolani errori contenuti in "Zero", non posso che rinnovarti l'invito a consultare il blog del gruppo Undicisettembre, il cui indirizzo ho riportato nel mio post precedente.

Per quello che riguarda invece la questione-scie, non ho ancora visto alcun filmato o fotografia di un velivolo che rilasci una scia di condensazione persistente a quota inferiore ai 3000 metri. In effetti, non ne ho viste nemmeno a 4000, 5000, 6000 o 8000 metri, se è per questo. Tutti i filmati e le fotografie prodotte dagli sciachimisti inquadrano velivoli a quote molto più alte. Mi spiace, ma per quel che affermi non vi sono prove.

underek_ ha detto...

@galileo

[...] Quindi anche lui conclude che le contrails SOTTO i 3000 metri non ci possono essere....!!!
Quindi sta a voi spiegare le migliaia di foto e di filmini....

# sta a noi spiegare cosa? :) Fino a prova contraria sei tu quello convinto, che sopra la testa gli spruzzano bario e peli di castoro, ergo, sei tu che devi fornire quantomeno UNA, dicasi UNA prova a favore della tua tesi. E' un concetto cosi difficile da capire? Io affermo X cosa e mostro X prova... mi rendo conto altresi che tra i "consapevoli" forse sarebbe da rivedere il concetto stesso di prova... voglio venirti incontro e ti riporto quanto da dizionario :

PROVA = s. f. 1 Ogni esperimento compiuto per accertare le qualità di una cosa, dimostrare il valore o la giustezza di un'affermazione, verificare le attitudini di qlcu. o controllare il funzionamento di una macchina: sottoporre a prova una lega metallica; mettere qlcu. alla –p; prove di velocità | Essere a prova di bomba, essere molto resistente | A tutta –p, provato, sperimentato | Mettere un abito in –p, farlo indossare al cliente durante la lavorazione per eventuali modifiche | Esame: prova scritta di italiano | Tentativo: fare una –p. 2 Impegno cui ci si assoggetta per dimostrare di possedere determinate qualità: alla prova dei fatti | Prova del fuoco, durissima e rivelatrice | Competizione: la prova di salto a ostacoli. 3 Testimonianza, documento, elemento, che dimostra l'autenticità di un fatto o la veridicità di un'affermazione: una prova certa, irrefutabile, decisiva; fino a prova contraria; assolvere un imputato per insufficienza di prove. 4 Dimostrazione che dà la conferma di qlco.: dar prova di coraggio. 5 (teatro) Ogni rappresentazione preparatoria di uno spettacolo | Prova generale, quella che precede immediatamente la rappresentazione. 6 (mat.) Dimostrazione di un teorema | Verifica dell'esattezza di un'operazione aritmetica: prova del nove.

Lo Zingarelli minore Vocabolario della lingua italiana (C) 2001 Zanichelli editore

se non ti fosse chiaro qualche punto di cui sopra chiedi pure.

underek_

axlman ha detto...

Allora Galileo, già il fatto che insisti a voler discutere di cose completamente OT, nonché i cinquanta punti esclamativi ed interrogativi che metti in fondo alle tue frasi, ti qualificano come troll fatto e finito o come persona che non ha superato, intellettualmente, la fase della pubertà.

Siccome non ho voglia di ripetere sempre le stesse cose, che di parlare ai muri non mi va, vedi di capire questo semplice e banalissimo concetto alla prima: o riveli a tutti quanti il tuo segreto e ci dici come fai, solo guardando una foto o un filmato o anche solo guardando per aria, a stabilire la quota a cui si trova una scia, per poter affermare che sono a 3000 metri, oppure taci e ti risparmi di collezionare figuracce da peracottaro.

E ti avverto subito, la risposta «si vede a occhio» non vale perché noi comuni mortali non abbiamo la vista radar come hai tu, e poco ci fidiamo dei mutanti par tuo e dei loro superpoteri, supervista compresa.

Riguardo alle scie di condensa prima degli anni novanta, secondo te come mai Appleman, già nel '53, studiava la loro formazione e la loro persistenza (studi che altri anno portato avanti per decenni, fino ai giorni nostri, tra l'altro, producendo centinaia di articoli)? Era forse un veggente o un mago, invece di uno scienziato, che studiava fenomeni allora inesistententi?

Di foto e filmati di vecchie contrail ne trovi parecchi, basta cercare: certo, essendo una volta molto più rare sia le contrail (c'erano molti meno voli civili di ora) sia soprattutto le macchine da ripresa dei privati (sai com'è, i fotofonini li hanno inventati da poco e le macchine digitali ultra porttili anche), nonché costosa la pellicola e lo sviluppo, difficilmente la gente si metteva a sprecare pellicola per filmare le nuvole e le scie in cielo, ma di riprese se ne trovano comunque, anche sparse in vecchi film, tipo «Colazione da Tiffany».

Naturalmente se adesso te ne esci, come hanno fatto i Marcianò Bros e anche su sciechimcihe.org, con l'ipotesi che qualcuno sia andato a modificare ogni copia di quei vecchi film per aggiungere le scie e farle sembrare normali, non ti meravigliare se verrai preso a sonori pernacchioni, esattamente come è capitato a loro ed esattamente come meriteresti anche tu, nel caso.

Dario ha detto...

buona sera a tutti.
Questo thread me l'ero perso. Basta non lurkare per una giornata, e guarda quante cose succedono.
Anche sul blog di Attivissimo ci sono i fuochi d'artificio.

@Galileo,
sei uno dei miei eroi. E' da quando andavo alle medie che sogno di poter parlare a te e ad alcuni altri, tipo Fermi e Sagan.
Il concetto di ricercatore indipendente mi e' molto caro, ma tu non lo eri.
Tu eri un professore universitario, con un lungo curriculum di studi e di pubblicazioni, accreditato presso le maggiori corti rinascimentali e con un buon seguito di assistenti. Ed a ragione. Per giungere alle tue competenze ci hai messo una vita di studi e fatiche.
Ed in piu', eri una mente veramente potente; quella si', indipendente.

Sai benissimo quante frescacce sono state dette sul tuo conto, negli ultimi due secoli. Ti hanno fatto diventare una specie di eroe da operetta, un santo da cartolina!

Raccontacelo come e' andata effettivamente quella famosa notte.
No, non quella della ritrattazione e quella sciocchezza dell'"eppur si muove".

Quell'altra: quella che ti ha fatto entrare nella storia, con la commissione scientifica presieduta dal cardinal Barberini, quando hai convinto i migliori astronomi osservativi d'Italia che il tuo nuovo strumento era affidabile. Quando li hai portati ad accettare che le chiazze di luce nell'oculare non erano un artefatto delle lenti imperfette, ma un piccolo sistema planetario: Giove e le sue lune!

Come avevi fatto?

Non avevi certo detto "Ma basta alzare gli occhi!": ti avrebbero mandato a spalare, altro che intentarti un processo!

Quella trovata di usare un testo scritto posto ad una distanza nota: GENIALE.

La dissertazione sull'ottica geometrica: persino gli autori arabi hai citato, come basi teoriche per il tuo strumento. Chissa' che faccia, il Barberini, eh!

E la ripetibilita' delle osservazioni: una settimana intera, notte dopo notte, e poi una nuova sessione dieci giorni dopo. Tutto scritto, tutto documentato, tutto registrato dai segretari ed un notaio.

Ne hai durata di fatica.

La sapevi costruire un'argomentazione, tu!

E adesso mi dici che basta alzare gli occhi al cielo?
Che e' sufficiente guardare una foto sgranata per capire che un aereo sta a 3000 metri?

Che delusione!

Beh, mi restano sempre Fermi e Sagan.
Se deve andare cosi', pero', spero di non incontrarli mai.

markogts ha detto...

Blogger galileo ha detto...

Le foto? Ci sono centinaia di foto di scie sul sito di straker. Tutte taroccate?

No. Le scie le vedo anch'io, son mica ORBO. Ma è NORMALE che si formino le scie, quando ci sono determinate condizioni. Mai sentito parlare di Appleman?

E poi dici che l'effetto serra è per la co2 ma la co2 da dove arriva? Non sarà mescolata anche quella nelle scie?
Che oltretutto quella è trasparente e non si può fotografare e così non lascia prove?


Deciditi: le scie son trasparenti o no? Comunque, sicuro, nelle scie c'è una bella fetta di CO2, almeno fin quando gli aerei voleranno con idroCARBURI. E allora? Il consumo energetico degli aerei è una fetta di quel consumo globale che va ridotto per limitare l'effetto serra. Che c'azzecca con le scie chimiche?

E le formule della NASA dicono che a temperatura superiore allo 0 le contrails non si possono formare. Vuoi che te le posto? Vai sul blog di straker e le trovi? O sbaglia anche la NASA?

Parli di Appleman, I suppose. Ma chi ha mai parlato di 0 gradi? A 9000 metri e oltre le temperature sono di -40, -50°C. Mai volato su un aereo con lo schermetto? Ti danno anche la T ext. Oppure puoi trovarla qua: stamattina sopra Campoformido c'erano -55,3°C a 10390 metri/250 mb.

E' inutile, siete sordi perchè non volete ascoltare....

E non siamo qua? Ascoltiamo volentieri, ci sganasciamo dalle risate. Siamo ORBI, mica sordi.

6 novembre 2008 20.01
Blogger galileo ha detto...

E lo sai che le scie cominciano negli anni 90? No vero?

Ehm... Appleman è del 1953, e sulla sua "chart" parla di "persistence... Mai sentito del record di Pezzi? 1937. E testimonianze si trovano già negli ultimi anni della grande guerra, con l'arrivo dei primi motori sovralimentati.

Non te l'hanno detto..... E tu hai creduto che ci fossero sempre state,

Ancora con questo verbo odioso, "credere"

magari anche ai tempi di Galileo quello vero!!!!

Senti, lascia stare in pace almeno lui, abbi pietà di un astronomo morto ORBO.

Poi: se un aereo sta sotto i 2000 metri non può fare scie e invece ci sono le foto anche di quelli!!!!

Link? Come è stata misurata la quota? Ti sei dato una letta al blog di Santacroce?

E anche i filmati.... come fanno a taroccare quelli? ti sembra che aggiungono le scie a un pixel per volta????

Ti ho già detto che non è un problema filmare un aereo che rilascia scie, non ho dubbi che le scie esistano. Vorrei però una prova INCONTROVERTIBILE che quelle scie siano rilasciate a 2000 metri. Cumuli e pennine laser sono FUFFA. Voglio una foto ripresa da un monte con la scia PIU' BASSA dell'osservatore.

6 novembre 2008 20.05
Blogger galileo ha detto...

Aspetta....... che poi ti attacchi alle parole. Io dico che le scie non c'erano prima del 1990 ma non quelle corte, quelle persistenti che poi formano nubi e nubi e poi piove!

Chiaro?


Chiarissimo. Allora spiegami la foto che ti ho linkato precedentemente in fretta e il perché Appleman parli di "persistent contrail" già nel 1953.

Altre foto:
battaglia d'inghilterra
idem
B17 in formazione
B24 Liberator
eccetera

Lo sai perché l'aeronautica era così interessata a studiare le contrail? Perché i caccia nemici si nascondevano nella scia, ed attaccavano il bombardiere di sorpresa. E perché le scie rendevano facilmente visibili i bombardieri. Pensa che ancora oggi, i B-2 stealth devono volare a quote basse se vogliono evitare di lasciare la scia, non hanno alternative.

Buona giornata!

gg ha detto...

@dario:post da incorniciare,leviamoci il cappello.
Hai citato per caso il Dialogo sopra i massimi sistemi per caso?

brain_use ha detto...

Qualche considerazione che non posso eludere in seguito al ricco thread nato dall'incursione di Galileo.

Innanzitutto una nota sulla metodologia, sullo stile e sui contenuti degli interventi di Galileo.
Il metodo è quello puro dei complottisti di ogni specie e razza: insinuare il dubbio sulla base di pochi dati ben destrutturati e ribaltare sull'interlocutore l'onere della prova.
I toni sono quelli del ragazzino, ormonalmente caricato dall'emozione di irrompere in un tempio della parte avversa con l'irruenza di chi tenta di stravolgerne gli schemi. Non sboccato come i guru, ma comunque spesso insolente e provocatorio.
I contenuti sono quelli cui la bufalona delle scie cOmiche ci ha abituati: molto fumo e confusione per sostenere l'insostenibile.

Quest'uomo è una parodia, in pratica, di tutto quel che c'è nell'adepto perfetto della Sacra Setta degli SciecOmici.
E rappresenta la mia segreta speranza che un giorno o l'altro, aprendo il blog dei bros(tm) compaia la scritta "Smile, you're on Candid Camera" e tutta la sacra setta si riveli per un manipolo di allegri buontemponi e goliardici burloni.

Tutto ciò premesso, mi rifaccio ad una osservazione del buon Thomas Morton nel commento alla burla di cui sono stato oggetto sul forum di Focus: "ho notato comunque che è più facile, per una persona normale, fingersi complottista sfegatato, che per un complottista fare finta di essere normale."

Ebbene sì: è facilissimo!
Ed è pure divertente.

Mille scuse a tutti coloro che hanno sprecato tempo ed energie per confezionare risposte coerenti e serie a "Galileo Complottista Filisteo".

E mille complimenti per la pacatezza dimostrata da tutti quanti!

C'è una sola cosa che temo davvero: che cioè, a questo punto, mi dichiariate miglior complottista che debunker, privandomi delle ambite cariche di Primo Elemosiniere e Gran Camerlengo!
Se così fosse, però, sono certo che un posticino nella setta di straker non me lo toglie nessuno! :P


p.s.
Una menzione speciale al merito ad Underek che è stato il primo a sgamare il complottista simulato.

p.p.s.
Se volete capire come è nata l'idea:
http://brrrainblog.blogspot.com/2008/11/una-cenetta-al-boccalone.html

markogts ha detto...

Io avevo lo stesso sospetto (vedi riferimenti a ORBO, che aveva fatto la stessa cosa, nonché al "complottista da culo" sul blog del gattone), però nel dubbio non volevo insistere ché sarebbe stato conrtoproducente se fossi stato in errore.

E adesso su, dai, ditemi chi fa lo stesso sul blog di Straker :-)

brain_use ha detto...

Ah no... non guardatemi così...

E' pur vero che io sono informatico (e straker pure) e sono un somaro (e straker pure), ma c'è un limite a quanto posso dimenticare di avere un paio di neuroni in stato attivo!

ShadowRider ha detto...

@brain_use: so che a dirlo adesso sembro un pirla, ma il sospetto mi era venuto...solo il sospetto però, che d'altronde mi viene sempre quando vedo un complottista che arriva e attacca diretto. Mi vien da pensare che finga, o perchè debunker in incognito, o per puro trolleggio. Sono i complottisti pacati alla neoprog, che invece non mi lasciano dubbi. Bravo comunque, direi che la nostra unità di infiltrazione prosegue bene...;-)

brain_use ha detto...

Beh, in realtà penso che il sospetto sia venuto a tutti, proprio per i motivi spiegati da te e da marko.

E' stata una iniziativa nata un po' così: un attimo di cazzeggio e il desiderio di provare l'emozione del complottista in erba. ;-P

usa-free ha detto...

Attento che a guardare nell'abisso.... :D

Hanmar ha detto...

@ Brain:
'stardo, questa me la paghi.

Ci avevo quasi sperato. :(

Un VERO complottista sul mio blog!!!

E invece... :(

Comunque non posso assentarmi un momento che subito fate casino.

Oh, mica e' un asilo nido, questo! :P :P :P

Saluti
Hanmar

brain_use ha detto...

Accidenti: a sapere che ci avresti creduto non mi sarei rivelato così presto... :P :P

Temevo che la tua prima reazione sarebbe stata andare a tracciare l'IP e visto che avevo agito scoperto... ;-)

Però devo dire che alcuni post di risposta a Galileo sono davvero da incorniciare!

gg ha detto...

...che scherzo del menga.
Come punizione un mese di irrorazione a bassissima quota con un cessna sopra la casa dei Marcianò.

brain_use ha detto...

E sarebbe una puzione?

Rosario non ha ancora capito che deve comprare l'ombrello se vuol farsi ricrescere i capelli: le lozioni che compra da do nascimiento non servono a niente.

Per la parte interna del cranio, invece, non c'è nulla da fare: lì i peli di castoro crescono naturalmente per occupare l'immenso spazio vuoto.

Hanmar ha detto...

Seeee, e chi ha tempo al sera di stare al pc?
Meno male che ci siete voi che presidiate :D

Saluti
Hanmar

Ps: scie-nziato, mi contatteresti presso hanmar.blogspot@gmail.com?

axlman ha detto...

Che avevo detto io?

Galileo si presenta come un troll o uno mentalmente rimasto alla pubertà: si è rivelato essere entrambi, anche se per scherzo, CVD.

Ero venuto a scrivere qual è l'indizio che mi faceva propendere per il troll, lo dico comunque: Galileo non correva a vantarsi e a pomparsi di fronte ai suoi dichiarati eroi, Straker & Co., cosa che un ragazzino avrebbe sicuramente fatto.

Detto questo, brain_use, sei comunque un pirla: che divertimento c'è a fingersi un imbecille, come se non ce ne fossero già abbastanza di imbecilli veri in giro? Mah...

brain_use ha detto...

brain_use, sei comunque un pirla

Sì, lo so. :P

Dario ha detto...

@gg,
per la verita', ho inventato piu' o meno di getto basandomi su ricordi di scuola.

@brain_use,
posso chiamarti maestro?
I miei complimenti. Grazie per il sano divertimento e per la dimostrazione.

@tutti.
Devo fare una confessione. Dopo il "coming out" di Galileo, non posso piu' tenermelo per me...

LA STANINGER SONO IO!

Hanmar ha detto...

Ecco perche' si vedevano i peli sulle gambe, nelle foto...

BLEAHHH :P

Saluti
Hanmar

Dario ha detto...

@Hanmar:
guarda bene.
Non erano peli, ma nanotubuli di cartonio.

Bada, ho detto cartonio...

underek_ ha detto...

ho vinto qualcosa? Che sò, una promozione, un giro sui nuovi tanker invisibili, una cena con la staninger, nothing? :) :) Occhio brain... dovessi prenderci gusto... :) :)

brain_use ha detto...

@underek:
Una degustazione del vinello della mia riserva personale con Alessio...

Poi, naturalmente, ti offrirò la cena al "Boccalone": quando si parte? :P

Dario ha detto...

Ciao a tutti,
torno ora da una sbirciata sul blog di Attivissimo, nel thread sull'interrogazione di DP.
Porca l'oca, che aria pesante.

Purtroppo, e' anche colpa mia.

Ispirato dall'ottima dimostrazione di Brain_use, vorrei lanciare una proposta.
Non e' originale: l'ho gia' letta su un altro blog e non mi ricordo se era di Ann@ o di Vale56.

Perche' non ci inventiamo un bel complotto fatto bene?
Giusto per gioco, ma senza prendere in giro nessuno.
Mettiamo su un bel blog alla "tanker enemy", ma con scritto chiaro e tondo in prima pagina che e' un gioco.
Sullo stile di quelli che si sono inventati la religione degli Unicorni Rosa Invisibili.

Sforzandoci di farlo "credibile", non qualcosa che sia smontabile in mezza giornata dal debunker medio.

SE vi va, provo ad aprire un blog e fuori le idee.

Se NON vi va, e pensate che sia una scemata, ditelo pure: non mi offendo.
Tanto, dopo l'essere stato paragonato ad un pedofilo satanista, sarebbe nulla.

axlman ha detto...

A chi lo dici.
Io avevo da scrivere, ma ho rispettato quello che voleva Paolo, almeno fino a che non è saltato fuori quel tizio: del pedofilo, direttamente o indirettamente, dichiaratamente o velatamente, non me lo faccio dare da nessuno a questo mondo, e chiunque ci provi non la passa certo liscia.

Riguardo al resto, se hai idee se ne può parlare, ma io ritengo che ormai il capolavoro a riguardo sia stato fatto: difficile eguagliare la burla del complotto del DHMO, come serietà e non solo apparente, nel senso che non si inventa nulla, sono tutte cose vere e non smontabili da nessuno, ma non per questo "giuste" per come vengono presentate.

underek_ ha detto...

'na parola Brain, Alessio s'è dileguato, ha lasciato a memoria futura solo una foto con due maialini volanti :)... però la cena al "Boccalone" la gradisco, purchè vi sia anche il Gran Visir, e per par condicio uno scia chimicaro "a caso" :)


signori credo a tutti sia venuta voglia di inventare una patacca per vedere quanti "consapevoli" abboccano :), a me tempo fà ne era venuta una, cosi "originale" che a momenti ci credevo pure io (ROTFL) ... il problema in questo caso è, scie comiche insegna, che una volta propinata la patacca esso è un processo irreversibile metamorfico, che si arricchisce dinamicamente di nuove aggiunte perlose, nuovi guru e freschi consapevoli, nonchè concatenamenti obbligatori con gli altri complottoni e tutto quello che ne segue... quindi signori, a meno che non si voglia dar da fare alle generazioni future... io direi di ridere delle attuali patacche e basta... :)

Dario ha detto...

@underek_
Hai assolutamente ragione.
Per questo pensavo di scrivere a chiare lettere che e' una patacca fin da subito, come ho detto prima.
Dopo tutto, quelli degli Unicorni Rosa mica fanno preoseliti o lanciano guerre sante, no?

underek_ ha detto...

Dario fidati, chi è incline ad esser "consapevole" :) troverebbe sicuramente un'interpretazione all'ipotetico disclaimer in cui si afferma sin dall'inizio che son tutte patacche... ti dirò anche di più, si formerebbero teorie su teorie sul perchè di quel disclaimer, Dario, siamo in campo minato, con i complottoni una volta lanciato il sasso, hai voglia... :) son sicuro che saprai come, dove e da chi è nata la patacca delle zie chimiche, e i risultati li abbiamo quotidianamente sotto gli occhi (purtopppo o per fortuna :):) ?)


underek_


Sommo sgamatore di corte et mefistofelico insabbiatore orgonico del comitato nazionale "Cazzar Enemy"

Dario ha detto...

@Underek_
Ok, mi hai convinto.
Continuero' a scrivere avventure di D&D per il gruppo del Giovedi' sera: meno rischioso.

Pero' il tipo canadese delle scie non scherzava affatto, quando ha lanciato il sasso. O aveva un nasone rosso e nelle foto l'hanno ritoccato con il PP?
Disinformatori!