Disclaimer: questo è un sito per ridere della teoria delle scie chimiche e dei suoi sostenitori. Per debunker avanzati ma non solo. Chi volesse approfondire seriamente l'argomento specifico faccia riferimento alla sezione "Blog/siti di debunking sulle scie chimiche"

lunedì 28 giugno 2010

Il carbonato di calcio e le scie chimiche

-
Dal blog del comandante:




Straker ha detto...

Ciao Lollo, la clorosi delle piante dipende dalla presenza di carbonato di calcio. Quello stesso carbonato di calcio evidenziato dalle analisi delle acque piovane raccolte in varie località alcuni anni fa ed eseguite dal CNR per conto ed a spese di privati. Quindi non vi sono dubbi che la cosa sia collegata alle irrorazioni.
25 giugno, 2010 21:04
(fonte: tankerenemy.com)







Per favore, ve lo chiedo come cortesia personale, ditegli che il malefico "carbonato di calcio" del quale straparla altro non e' che il CALCARE!!!

Del quale in questo video possiamo vedere un esempio superbo, frammisto ad un altro pericolosissimo composto, il carbonato di magnesio.



Come dire...



Saluti
Hanmar

10 commenti:

Riccardo (D.O.C.) ha detto...

Devi perdonarlo. Lui lavora alla cava di granito, e nel granito, si sa, di calcare ce n'è poco...

RB211 ha detto...

In Romagna hanno smesso di irrorare per due giorni e questa mattina dal rubinetto dell'acqua calda usciva acqua distillata mentre da quello dell'acqua fredda usciva della grappa Gewürztraminer.
Che sia un caso?

Anonimo ha detto...

Nooooooooooo... non si può essere così ignoranti!!!!!

Hanmar ha detto...

@ RB211: tu intanto imbottiglia, ok? :D
@ Anonimo: si,anche peggio, non preoccuparti :D

Saluti
Michele

Gianni Comoretto ha detto...

@rb21: devo venire dalle tue parti con la damigiana :-)

Ah, l'acqua piovana come l'han raccolta? Scommetto da una pozzanghera. O in alternativa che l'analisi trovava valori di CaCO3 da acqua distillata.

Gianni Comoretto ha detto...

L'analisi è qui
http://www.tanker-enemy.com/Analisi/ANALISI_MILANO_2005.pdf

Non riporta i parametri dell'acqua, o i metodi di campionamento (effettuato da Pattera, sembrerebbe)

Nel residuo secco (che non si sa quant'era) si trova sabbia (80%), calcite (appunto carbonato di calcio), e vari altri minerali comuni nella polvere. Insomma la pioggia cadendo ha raccolto un po' di polvere, e/o Pattera ce l'ha messa involontariamente dentro usando un campione o un contenitore impolverato.

Come buttare i soldi in analisi del tutto inutili.....

markogts ha detto...

Non ho mai visto questo "calcare". Ora che ci penso, fino al 2003 il Carso dietro Trieste non c'era! Non ci sono foto del Carso Triestino prima del 2003! Son 300 metri di irrorazioni, maledetti tancheroni!

Terra Nova ha detto...

Tacete voialtri geologi, le vostre sono vergognose illazioni per insabbiare la Verità! E a tal proposito, occhio che nella sabbia c'è del pericolosissimo ossido di silicio che potrebbe prendere fuoco da un momento all'altro :D

Terra Nova piromane

P.S. captcha: vaiter, ma lol

mastrocigliegia ha detto...

A me pare che sia stato fatto un gran progresso.
Questa volta hanno specificato che composto di calcio si tratti.
Per l'alluminio e il bario, al momento, non è dato di sapere se si tratti di metallo o un sale o altro.

Magari, visto il livello culturale (almeno in chimica) dimostrato da questi personaggi, viene il sospetto che abbiano confuso il carbonato con il campionato di calcio. Ma è comunque in passo avanti.

Invece mi preoccupa un poco che abbiano incluso anche il calcio tra gli elementi irrorati.
Dopo il quarzo (biossido di silicio) e l'alluminio, il calcio è tra i più abbondanti elementi che danno composti solidi nel terreno e nelle rocce (praticamente ex aequo con il ferro). Questo vuol dire che l'analisi di un campione qualsiasi, nel suolo o in in quota, non può non fornire quantità minime di questo (e degli altri) elementi presenti nel pulviscolo atmosferico.
Come avevo avuto occasione di far notare altrove, i moderni metodi analitici sono talmente sensibili da poter rilevare perfino le tracce di intelligenza nel cervello di uno sciachimista.
Figuriamoci quindi le particelle di silice, alluminio e/o calcio disperse nell'atmosfera. Anche pochi atomi per metro cubo (ovviamente SEMPRE presenti) sarebbero per qualcuno "prova" delle irrorazioni.

La confutazione non può quindi essere di natura chimica, ma solo psichiatrica.

mc

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Ach! Ci hanno scoperti! Non resta che irrorare WC Net! :D